Lucertole

Oggi amo le lucertole e, in maniera particolare, la lucertolona di legno che ho comprato dall'ambulante all'ora di pranzo. Ha bussato al finestrino della mia auto parcheggiata. Quando mi sono voltata, lui ha sorriso: un sorriso bellissimo, quei denti bianchi, perfetti, la pelle nera, liscia, gli occhi vivaci, divertiti. "Vuoi comprare qualcosa?", mi ha chiesto attraverso il vetro chiuso. Gli ho fatto segno di no con la mano e un sorriso, istintivamente (come faccio quasi sempre con gli ambulanti), ma i miei occhi sono stati catturati dalla lucertola dai colori accesi, vivi: prima la coda punteggiata d'azzurro, poi il dorso di un rosso mobile, pischedelico, poi la testa; il rosa, il viola, e l'arancio, il grigio, il nero, il bianco: un'esplosione di colori sul corpo flessuoso della lucertola di legno, piatta come un geco, lunga come un giovane varano. Alla fine l'ho comprata. L'appenderò al muro di casa mia. Mi sento tanto lucertola in questo periodo…

Lucertoleultima modifica: 2006-01-05T15:14:12+01:00da kjria
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Lucertole

Lascia un commento