Bilico

Ho comprato Bilico perché la sua autrice, Paola Barbato, scrive sceneggiature per Dylan Dog. L'ho comprato per curiosità e perché si tratta di un thriller e i thriller mi piacciono. L'ho letto in due giorni.
Martedì mattina. Capitolo 14, pagina 142: il colpo di scena, il colpo di genio. Rileggo. Devo aver capito male. Rileggo. Non ci posso credere. Rileggo persino le ultime pagine del capitolo precedente. Invece ho capito benissimo. Sono sconcertata. E mi piace. Mi piace da matti. Le regole classiche del thriller, all'improvviso, sono stravolte. Sembrava la solita caccia al killer. E invece no. Questa storia è una storia diversa. Non riesco a smettere di leggere. Sono conquistata. Ma a un certo punto devo interrompere. Ho pur altro da fare. Mi porto dietro il libro anche se so che non riuscirò a leggerlo mentre me ne vado in giro. Sento il bisogno di toccarlo, di tenerlo vicino.
E, nel pomeriggio, la fine: amara, ambigua, irrisolta. Consigliatissimo agli amanti del genere.

 

Bilicoultima modifica: 2006-05-17T18:29:14+02:00da kjria
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Bilico

  1. Secondo me tu sei un po’ malata. Ma di una malattia bella.
    E questo lo sai. E io so che lo sai.
    Dovrai prestarmelo quel libro, nonostante la copertina rigida + sovraccoperta, che proprio non sopporto…
    ma che fa?
    In fondo il libro è tuo e tu sei fonte inesauribile…

Lascia un commento